Condizioni Generali di Vendita – Artè

Condizioni Generali di Vendita

Condizioni generali di Vendita e Fornitura:


1. Parti del contratto: 1.1. Per Venditore s’intende la società fornitrice DPS Floor Srl. 1.2. Per Acquirente s’intende l’intestatario delle fatture emesse dal venditore.
2. Ambito di Applicazione: 2.1. Le presenti condizioni generali di contratto si applicano a tutti i contratti conclusi tra venditore ed acquirente, che verranno eseguiti solo in conformità alle stesse, rinunciando l’acquirente ad eventuali proprie condizioni generali considerate singolarmente e nel loro complesso.
3. Offerte e accordi accessori: 3.1. Le offerte del venditore, sia verbali che scritte, si intendono senza impegno. 3.2. Gli ordini che pervengono al venditore si intendono accettati e vincolanti solo se da questo confermati per iscritto oppure se opportunamente evasi. 3.3. Le conferme di ordine del venditore si intendono accettate in ogni loro parte se non contestate dall’acquirente entro 24 ore dalla loro ricezione. 3.4. Gli accordi accessori richiedono, senza eccezioni, la forma scritta per la loro efficacia. 3.5. Forniture parziali sono possibili se preventivamente concordate tra le parti.
4. Prodotto: 4.1. Le caratteristiche tecniche dei prodotti proposti in vendita, così come la rappresentazione grafica, il colore e le altre variabili estetiche presenti nel catalogo, nel sito e nella documentazione del Venditore, hanno valore meramente indicativo. 4.2. Il Venditore si riserva di apportare ai prodotti le modifiche che, senza alterarne le caratteristiche essenziali, dovessero risultare necessarie o opportune per proprie esigenze tecniche ed economiche.
5. Prezzo: 5.1. Il prezzo pattuito si intende valido unicamente per la specifica conferma d’ordine cui si riferisce e non è vincolante per forniture diverse e/o successive derivanti da altre conferme d’ordine. 5.2. Salvo patto contrario, il prezzo pattuito si intende per prodotti imballati secondo gli usi del settore in relazione al mezzo di trasporto pattuito. Il prezzo pattuito non comprende le spese di trasporto, ad eccezione di spedizioni Italia-Italia per un ordine di almeno € 1.000,00, di assicurazione ed IVA, salvo diversa indicazione espressa contenuta nella conferma d’ordine. 5.3. Anche i costi supplementari per spedizione espressa o a grande velocità sono a carico dell’Acquirente.
6. Luogo di adempimento: 6.1. Le consegne saranno eseguite franco Venditore, presso il luogo di produzione o di deposito della DPS Floor Srl. 6.2. I termini di consegna che vengono indicati nella conferma d’ordine sono indicativi e non impegnano la Parte Venditrice, che può variarli a suo insindacabile giudizio. 6.3. Parte Venditrice non è tenuta a rispondere con indennizzi di sorta per eventuali danni diretti o indiretti dovuti a ritardi di consegna, a interruzione o a risoluzione, totale o parziale, della fornitura.
7. Trasporto: 7.1. Laddove sia espressamente pattuito, in deroga a quanto previsto dal paragrafo 6.1, che la consegna dei beni avvenga presso l’Acquirente, i prodotti viaggiano sempre a totale rischio e pericolo dell’Acquirente stesso. 7.2. Il Venditore si impegna comunque a rispettare tutte le disposizioni normative in materia di trasporti nazionali e internazionali. Eventuali oneri, tasse e spese derivanti dall’applicazione di tali normative sono a carico dell’acquirente.
8. Termini e modalità di pagamento: 8.1. Il pagamento dovrà effettuarsi presso i Venditore. 8.2. Le modalità e termini di pagamento saranno specificate nella conferma d’ordine emessa dal Venditore. 8.3. La cessazione, per qualsiasi motivo, dell’efficacia del contratto non fa venir meno l’obbligo di provvedere all’integrale pagamento del corrispettivo dovuto e non ancora pagato. 8.4. I pagamenti sono dovuti dall’Acquirente nei termini pattuiti anche nei casi di ritardo nella consegna della merce, avarie, perdite parziali o totali verificatesi durante il trasporto, nonché nel caso in cui le merci messe a disposizione dell’Acquirente non vengano dallo stesso ritirate. 8.5. Qualunque contestazione fosse sollevata dall’Acquirente o dovesse comunque sorgere tra le parti, l’Acquirente non potrà sospendere o ritardare i pagamenti nei modi e termini pattuiti, né sarà sollevato dagli altri obblighi assunti con il contratto, con espressa rinuncia ad eccezioni di qualsiasi genere.
9. Ritardo nel pagamento: 9.1. L’Acquirente sarà responsabile per il ritardo nel pagamento del prezzo nei modi e termini pattuiti, indipendentemente dall’imputabilità allo stesso del ritardo medesimo, accollandosi pertanto il rischio del caso fortuito. 9.2. In caso di ritardo nei pagamenti rispetto ai termini pattuiti, il Venditore è autorizzato a sospendere le successive forniture e ad ottenere la risoluzione del contratto. 9.3. La risoluzione in ogni caso non pregiudicherà i diritti del Venditore già maturati alla data della risoluzione stessa. 9.4. In caso di ritardo nei pagamenti rispetto ai termini pattuiti nonché di insolvenza sopravvenuta o pericolo di insolvenza dell’Acquirente, nonchè in caso di insolvenza originaria dello stesso, sconosciuta al Venditore al momento della conclusione del contratto, il Venditore potrà risolvere il contratto o richiedere all’Acquirente, prima dell’evasione dell’ordine, il pagamento anticipato del corrispettivo e/o la prestazione di garanzie equivalenti. 9.5 In ogni caso, il Venditore addebiterà all’Acquirente, senza necessità di intimazione o formale messa in mora, gli interessi sugli importi scaduti calcolati per il periodo del ritardo ad un tasso pari all’Euribor 3 mesi aumentato di 5 punti percentuali. 9.6. Ogni spesa bancaria o di altro genere che dovesse derivare dall’insoluto o dal ritardo nel pagamento sarà integralmente posta a carico dell’Acquirente. 9.7. Rimangono ferme le conseguenze di legge sulla responsabilità per inadempimento dell’acquirente in punto di risarcimento del danno.
10. Riserva di proprietà: Il materiale che il venditore si impegna a fornire all’acquirente con la conferma d’ordine, rimarrà di esclusiva proprietà del venditore fino a quando l’acquirente non abbia pagato, per intero, il prezzo pattuito, nei termini previsti dal contratto. L’acquirente, qualora alla scadenza del suddetto termine di pagamento, non abbia corrisposto, in tutto o in parte, il prezzo pattuito, ma abbia già ricevuto la consegna del materiale oggetto del contratto, si obbliga a proprie spese e cura a restituire il materiale al venditore entro 7 giorni dallo spirare del suddetto termine.
11. Limitazioni di responsabilità: 11.1. Fatto salvo quanto previsto da inderogabili disposizioni di legge, il Venditore assicura la regolare esecuzione del contratto, ma resta esonerato da ogni e qualsivoglia responsabilità contrattuale e/o extracontrattuale per danni diretti e/o indiretti (sia con riferimento al danno emergente che al lucro cessante) subiti dall’acquirente e/o da terzi in conseguenza dell’utilizzo dei beni venduti, salvo il caso di eventi imputabili a suo dolo o colpa grave. 11.2. Il Venditore non sarà tenuto al risarcimento dei danni che eventualmente l’Acquirente o soggetti terzi dovessero subire in conseguenza di atti od omissioni di Parte Acquirente, di suoi dipendenti o collaboratori del cui operato quest’ultima si avvalga, nonché dei terzi che facciano uso dell’oggetto della compravendita.
12. Caso fortuito, Forza maggiore, Fatto del terzo: 12.1. Il Venditore non sarà responsabile nei confronti dell’Acquirente per i ritardi o la mancata esecuzione delle obbligazioni assunte, causate in via diretta o indiretta da circostanze fuori dal proprio controllo (caso fortuito, forza maggiore). In tali casi, il Venditore sarà tenuto a notificare tempestivamente all’Acquirente il verificarsi della causa di forza maggiore o dell’evento fortuito e la sua cessazione.
13. Reclami e contestazioni: 13.1. L’Acquirente è tenuto a verificare i prodotti al momento della consegna. Eventuali reclami riguardanti la quantità, la specie e/o il tipo di beni forniti e/o vizi dei medesimi, dovranno essere effettuati tempestivamente all’atto della consegna, a pena di decadenza dal diritto di reclamo, mediante annotazione nel documento di trasporto, da far controfirmare al trasportatore, della dicitura “merce accettata con riserva”, nonché notificati al Venditore a mezzo lettera raccomanda con ricevuta di ritorno entro 8 giorni dal ricevimento dei prodotti stessi. 13.2. Eventuali reclami o contestazioni non danno diritto all’Acquirente di sospendere o ritardare i pagamenti dei prodotti oggetto di contestazione.
14. Garanzia: 14.1. Nel caso di vizi, mancanza di qualità o difetto di conformità dei prodotti imputabili al Venditore ed a lui reclamati e notificati dall’acquirente in conformità del paragrafo 13.1., il venditore sarà tenuto unicamente alla riparazione o alla sostituzione degli stessi, restando in ogni caso escluso il diritto dell’acquirente al risarcimento del danno. 14.2. La scelta tra l’eliminazione dei vizi o la sostituzione dei prodotti è rimessa alla discrezionalità del Venditore. 14.3. Tale garanzia opera esclusivamente in riferimento alla merce nuova e mai utilizzata; non potrà applicarsi la garanzia a merce utilizzata o da chiunque riparata. 14.4. Il Venditore non garantisce la rispondenza dei Prodotti a particolari specifiche o caratteristiche tecniche o la loro idoneità ad usi particolari se non nella misura in cui tali caratteristiche siano state espressamente convenute nel contratto o in documenti richiamati a tal fine dal contratto stesso. 14.5. L’Acquirente, qualunque contestazione fosse sollevata dal medesimo o dovesse comunque insorgere tra le parti, non potrà sospendere o ritardare il pagamento delle somme dovute alle date fissate nel contratto, con espressa rinuncia ad eccezioni di qualsiasi genere.
15. Resi di merce usata: 15.1. Laddove la denuncia dei vizi sia tempestiva ai sensi del paragrafo 13.1., il Venditore, previa verifica dell’imputabilità degli stessi, si riserva la facoltà di eliminarli ovvero di autorizzare il reso dei prodotti già utilizzati dall’acquirente o suoi aventi causa. Il reso potrà essere autorizzato solo se accompagnato da DDT e relativa causale di difettosità, con breve descrizione delle condizioni di utilizzo. 15.2. Il Venditore aprirà la pratica ed analizzerà la richiesta, nei tempi e nei modi che riterrà necessari, per verificare la sussistenza del vizio oggetto di reclamo nonché se esso sia a lui imputabile ovvero se sia stato determinato da uso improprio o da normale utilizzo prolungato. 15.3. Laddove il Venditore ritenga sussistente la propria responsabilità, lo comunicherà all’Acquirente con lettera raccomandata con avviso di ricevimento, autorizzando il reso, ed emetterà una nota di credito in favore dell’Acquirente, che sarà pagata entro i 60 giorni successivi alla sua emissione. Il valore della nota credito sarà determinato dal prezzo medio di vendita di ciascun articolo reso nell’anno precedente. 15.4. La denuncia del vizio, l’apertura della pratica, l’accettazione del reso e l’emissione della Nota Credito da parte del Venditore non danno alcun diritto all’Acquirente di sospendere i pagamenti né l’adempimento degli altri obblighi assunti con il contratto.
16. Foro competente: 16.1. Per qualsiasi controversia relativa all’interpretazione e/o efficacia e/o esecuzione del contratto - salvo che rientri tra quelle per le quali la legge prevede espressamente l’inderogabilità della competenza per territorio - sarà esclusivamente competente il Foro di Ancona.
17. Lingua di riferimento: 17.1. Qualsiasi controversia interpretativa nascente dal contratto stesso dovrà essere risolta alla stregua del significato che i termini giuridici impiegati hanno nella lingua italiana.
18. Giurisdizione italiana: Eventuali controversie che dovessero insorgere in relazione ai rapporti obbligatori scaturenti dal contratto di vendita e fornitura concluso tra venditore ed acquirente saranno sottoposte alla giurisdizione italiana ed alla normativa vigente dell’ordinamento giuridico italiano.